Box Office Italia, i migliori incassi tra i film glbtq negli ultimi 5 anni

Condividi

6311624_380144

Per anni, lo ammetto, mi sono lamentato della scarsa attenzione dei gay nei confronti del cinema queer.
Sempre a lamentarsi delle mancate uscite per poi snobbare quei titoli dal taglio glbtq riusciti a conquistarsi un posticino in sala.
Film splendidi come I toni dell’amore – Love Is Strange o lo stesso Desde Alla’ – Ti Guardo, Leone d’Oro all’ultima Mostra del Cinema di Venezia eppure neanche arrivato ai 100.000 euro d’incasso. Perché la cinematografia queer dovrebbe conquistare prima il proprio pubblico, per poi affacciarsi e presentarsi anche al resto della platea, ma in Italia abbiamo spesso assistito a clamorosi scivoloni.
L’ottimo risultato conquisato da Weekend nelle ultime 3 settimane ha però ribaltato le carte in tavola, con sale prese d’assalto per poter ammirare un film del 2011 abbondantemente presente on line. Segno che qualcosa, probabilmente, sta cambiando, con lo stesso nostro cinema italiano che ha finalmente iniziato a ‘normalizzare’ la presenza di personaggi omosessuali all’interno delle proprie storie. Vedi Perfetti Sconosciuti, campione d’incassi con 15.437.906 euro raccolti fino ad oggi. In pochi anni si sono moltiplicati i titoli ‘gay’ distribuiti nel Bel Paese, con incassi in crescita rispetto al passato e un mercato apparentemente più florido. E sono i numeri in arrivo dal botteghino, finalmente, a dimostrarlo.

The Imitation Game – 2015: 8.005.737 euro
Phillomena – 2014: 5.866.721 euro
The Danish Girl – 2016: 3.698.734 euro
Cloud Atlas – 2014: 3.665.000 euro
Carol – 2016: 1.985.317 euro
Gli Amanti Passeggeri – 2012: 1.859.331 euro
Io e Lei – 2016: 1.562.600 euro
La vita di Adele – 2013: 1.506.228 euro
Pride – 2014: 1.336.000 euro
Dallas Buyers Club – 2014: 1.247.000 euro