Oh, Hell No! – spettacolo evento a Milano di David Mixner, ‘gay più potente d’America’

Condividi

david-mixner-show-oh-hell-no-00483826-00150 anni di storia del movimento LGBT americano raccontati da uno dei suoi protagonisti.
Questo è Oh, Hell No!, spettacolo evento che andrà in scena solo il prossimo 18 aprile al Teatro Elfo Puccini di Milano.
Un’opera in inglese con traduzione simultanea (servizio gratuito) patrocinata dal Comune di Milano ed interpretata da colui che da decenni viene considerato il ‘gay più potente d’America‘.
David Mixner, figura chiave del panorama culturale americano nonché attivista per i diritti umani, pioniere del movimento LGBT e consulente di ben sei Presidenti. Nel 1976 a Los Angeles fondò il MECLA, primo comitato di azione politica gay degli Stati Uniti e in seguito il Gay and Lesbian Victory Fund (1991), per raccogliere fondi a favore dei candidati LGBT; ha poi organizzato la marcia per il matrimonio egualitario, che ha radunato più di 250.000 partecipanti a Washington nel 2009. Chiunque lo abbia ascoltato mentre esprime la sua dedizione a Ghandi e al reverendo Martin Luther King Jr., condanna duramente la guerra del Vietnam o le crociate anti LGBT della destra cristiana, oppure descrive con voce rotta la sua vita politica prima del coming out o la ferita ancora aperta della crisi dell’AIDS, sa bene che nel profondo della sua anima Mixner è un vero narratore. E lo dimostra pienamente sul palco, protagonista di un vivace racconto in prima persona dei momenti storici di cui è stato protagonista. E’ stato il primo gay dichiarato ad entrare ufficialmente nel comitato elettorale di un candidato presidente, quello di Clinton, e quando nel 1993 proprio l’amico Bill decise di introdurre nelle forze armate l’indecente Dont’ Ask Don’t Tell in materia di orientamento sessuale (poi cancellato da Obama),  Mixner così rispose ad una sua richiesta di appoggio: ‘Oh, Hell No!‘. Da qui nasce il titolo dello spettacolo, con David che rispose all’allora Presidente con picchetti davanti alla Casa Bianca che lo portarono all’arresto e alla perdita di  tutti i clienti della sua agenzia di pubbliche relazioni.
Mixner ora abita nel quartiere di Hell’s Kitchen a New York, ma ha vissuto per molti anni – tra il 1976 e il 1996 – a Los Angeles e Hollywood.
Sul palcoscenico racconta le vicende della Los Angeles LGBT e la nobiltà e il coraggio di una comunità sotto tiro, in cui persino la morte aveva assunto un’assurda aura di normalità quotidiana.
Un “dietro le quinte” estremamente toccante e divertente delle sue battaglie e una meravigliosa finestra sulla vita di un grandissimo campione dei diritti civili.

18 aprile, Milano, Posto unico € 16.50 / Ridotto abbonati Elfo Puccini € 11.50