Gypsy, Barbra Streisand trova Barry Levinson per il remake cinematografico

Condividi

december2012gypsy1

gypsy-movie-poster-1993-1020210476 L’iconica Barbra Streisand, 73enne vincitrice di due Premi Oscar, dieci Grammy Awards, cinque Premi Emmy, un Tony Award speciale, un premio American Film Institute, un premio Kennedy Center Honors e undici Golden Globe, si appresta a tornare sul set per girare un altro adattamento cinematografico di Gypsy, musical di Jule Styne con liriche di Stephen Sondheim basato sulla storia di Gypsy Rose Lee, che fu definita negli anni trenta la Regina dello spogliarello.
A dirigere la Streisand, qui nei panni della madre della Gypsy del titolo, un premio Oscar come Barry Levinson, regista di Rain Man.
Barbra produrrà il tutto insieme a Joel Silver (“Arma Letale”) e alla sua Silver Pictures, con Richard LaGravenese (“La leggenda del re pescatore”) allo script e la Streisand direttamente coinvolta nello sviluppo della sceneggiatura.
Tra le tante dive che hanno indossato gli abiti della mamma più infame della storia dei musical Ethel Merman, Angela Lansbury, Patti LuPone, Bette Midler e Bernadette Peters, mentre in Italia, pochi anni fa, fu Loretta Goggi a portarla a teatro.
Nel 1962 la prima versione cinematografica, arrivata in Italia con il titolo La donna che inventò lo strip-tease. Protagonista la leggenda del burlesque Gypsy Rose Lee. Nonostante il titolo, la vera protagonista del musical non è Gypsy Rose Lee bensì sua madre, Rose, pronta a tutto per fare delle sue due figlie, June e Louise, delle star nel mondo dello spettacolo quando il genere vaudeville era sulla strada del declino e il burlesque stava per nascere. Benchè la prediletta della madre fosse June, alla fine sarà Louise a diventare, quasi suo malgrado, una delle stelle del burlesque più acclamate negli Stati Uniti degli anni ’30.
Il personaggio di Rose è uno dei ruoli femminili più ambiti e prestigiosi della storia di Broadway, in quanto stage mother pronta a tutto per veder trionfare le sue figlie, specialmente la sorella maggiore June, sulla scena. Alcune canzoni sono diventate molto popolari nell’ambiente del teatro musicale, per esempio “Small World”, “Everything’s Coming up Roses”, “Together Wherever We Go, “Some People”, “Let Me Entertain You”, e “Rose’s Turn”. Gypsy è stato spesso dichiarato il più grande musical americano da numerosi critici e scrittori, tra i quali Ben Brantley e Frank Rich. Rich ha anche detto che il musical è la risposta del teatro musicale americano a Re Lear.
Via alle riprese entro fine anno.
Bentornata Queen Barbra.