King Cobra, Christian Slater e il perché del suo primo ruolo gay

Condividi

King+Cobra

“Mi ricordo quando vidi ‘Brokeback Mountain’, ebbi una reazione così viscerale per quel film tanto da pensare ‘Oh mio Dio, non avrei mai potuto fare una cosa del genere’. Ma ora che sono più vecchio credo di avere un giudizio meno netto su certe cose e, auspicabilmente, un po ‘più maturo sull’argomento”. “Non avevo mai interpretato un omosessuale prima d’ora e io non volevo farlo stupidamente stereotipato, facendo quel tipo di caricature gay che ho visto in altri film. Volevo solo essere un essere umano a qui piacciono i ragazzi più giovani”.

Così parlò a Variety Christian Slater, co-protagonista di King Cobra negli abiti del produttore porno gay Stephen, ossessionato da Sean Paul Lockhart (Garrett Clayton), pseudonimo del celebre Brent Corrigan, e poi morto ammazzato.