Un bacio di Ivan Cotroneo, prosegue il tour nelle scuole – oltre 30.000 studenti l’hanno visto

Condividi

un-bacio-poster-ufficiale

Continueranno nelle prossime settimane e poi da settembre le proiezioni pensate esclusivamente per le scuole del film Un bacio di Ivan Cotroneo.
Già oltre 30.000 studenti di tutta Italia, dall’uscita in sala ad oggi, hanno avuto modo di assistere alla visione di Un Bacio e di parlare con gli insegnanti di bullismo, omofobia ma anche del potere che l’amicizia e il dialogo hanno di salvarci.
Dopo gli incontri, il confronto è proseguito sui social, dove gli hashtag #UnBacio e #LAmiciziaTiSalva continuano ad essere rilanciati. Sono centinaia inoltre i messaggi di ringraziamento, i commenti e le testimonianze che continuano ad arrivare quotidianamente sulle pagine del film, alla produzione e al regista Ivan Cotroneo, che ormai da due mesi sta accompagnando il film in molte città incontrando e parlando direttamente ai ragazzi.
Se al box office la pellicola ha innegabilmente deluso le attese, con appena mezzo milione di euro in tasca, nelle scuole d’Italia sta fortunatamente facendo il pienone.
Per il valore educativo del film, lo scorso 18 aprile presso il Ministero dell’Istruzione e della Ricerca, si è tenuta una proiezione di Un bacio organizzata dalla presidente della Commissione Cultura della Camera, Flavia Piccoli Nardelli, dalla capogruppo del PD della medesima Commissione, Maria Coscia, e dalla deputata di FI, Nunzia De Girolamo. In quell’occasione il ministro Stefania Giannini ha affermato:

“Il film di Cotroneo racconta con leggerezza e allo stesso tempo profondità temi di attualità come il bullismo, l’omofobia e le situazioni di disagio che vivono in alcune occasioni i nostri ragazzi. Lo fa mostrando anche il lavoro della scuola, degli insegnanti, le fatiche e le difficoltà quotidiane nell’affrontare i problemi dei ragazzi. È un film che parla a tutti: ai docenti, alle famiglie, ai giovani. Mi piacerebbe fossimo anche noi promotori della sua proiezione fra i ragazzi perché penso che questa sia un’occasione per farli riflettere da vicino sulla loro vita e sulle esperienze che fanno”. “Da questa giornata vorrei che partisse un impegno comune per accendere riflessioni approfondite nelle scuole sui temi affrontati dal film, per accompagnare i nostri ragazzi nella loro maturazione e nel loro processo di crescita. Puntando l’obiettivo anche sul tema dell’amicizia e sul valore essenziale del dialogo fra ragazzi e fra ragazzi e adulti”.

Tra le diverse proiezioni di Un bacio che si terranno nel mese di maggio, le tappe di Taranto e Lecce (rispettivamente il 17 e 18 maggio) rientreranno in due importanti giornate: una rivolta al mondo dei ragazzi con l’AdolescenDay e il sostegno del movimento contro il bullismo MaBasta, l’altra in occasione della Giornata internazionale contro l’omofobia che avrà il sostegno dell’Agedo Lecce (Associazione di genitori, parenti e amici di persone omosessuali).
Per quest’ultima giornata del 17 maggio la produzione del film sta inoltre organizzando proiezioni in diverse città italiane.