Seth Rogen fa mea culpa: ho fatto film con battute palesemente omofobe

Condividi

Original Cinema Quad Poster - Movie Film Posters

Seth-Rogen-Interview-About-Interview-Movie

‘E’ divertente guardare i film che hai girato negli ultimi 10 anni sotto la lente del momento che stiamo vivendo, attraverso una nuova coscienza sociale. Ci sono probabilmente alcune batute in Suxbad – Tre menti sopra il pelo che erano palesemente omofobe. Sono state tutte pronunciate da ragazzi delle scuole superiori, ma sarebbe sciocco non riconoscere che anche noi eravano, in una certa misura, affascinati da un certo tipo di linguaggio’.

Così Seth Rogen, a breve di nuovo in sala al fianco di Zac Efron con Cattivi Vicini 2, ha ricordato le demenziali e sboccate esperienze cinematografiche passate, troppo spesso centrate sulla gratuita omofobia. Suxbad – Tre menti sopra il pelo, diretto da Greg Mottola e co-sceneggiato dallo stesso Rogen (iniziò a lavorarci all’età di 13 anni), fece boom nel 2007, incassando oltre 168 milioni di dollari in tutto il mondo dopo esserne costati 20. Un tipo di comicità che rivista oggi, 10 anni dopo, non sarebbe evidentemente più spendibile.