Roland Emmerich e i disaster movie: sogno un eroe gay ma ancora non posso farlo

Condividi

IndependenceDay2_Rigenerazione_poster

‘Io sono gay: fosse per me l’eroe che salva il mondo lo farei apertamente gay, ma so che ancora non posso farlo.
Però posso mettere nella sceneggiatura una coppia gay che avrà un ruolo importante per vincere la guerra. Il mio sogno?
Un film dove protagonista è una vecchia coppia gay che vive all’ospizio e salva il mondo dalla catastrofe climatica. Mi piacerebbe far passare questo concetto, questa normalità. Che dice?’.

Roland-Emmerich-Independence-Day-Rigenerazione

Così parlò Roland Emmerich a Enrico Deaglio su IlVenerdì de LaRepubblica, promuovendo l’imminente Independence Day: Rigenerazione, in Italia solo a partire dall’8 settembre rispetto al 4 luglio internazionale.
Perché immaginare un eroe dichiaratamente gay è ad oggi ancora impossibile, causa freni hollywoodiani, ma in futuro chissà.
Magari nel 2024 vedremo un The Gay After Tomorrow 20 anni dopo.
Forza Roland, non mollare.