Star Trek Beyond, Sulu è gay: avrà un partner e una figlia – omaggio al mitico George Takei

Condividi

srvjkcetgdj8pllasa0s

ClP-0MkVAAEvbMrColpo di scena in arrivo da Star Trek Beyond, in uscita il 21 luglio prossimo nelle sale d’Italia.
Per la prima volta della storia del franchise, infatti, verrà presentato un personaggio dichiaratamente gay, ovvero il mitico Sulu, interpretato da John Cho.
A diffondere la notizia il quotidiano australiano The Herald Sun.
Chiaro l’omaggio a George Takei, storico Sulu nella serie classica, nei primi sei film di Star Trek e nell’episodio Flashback di Star Trek: Voyager, dichiaratamente omosessuale dal 2005.

Non si tratta di uscire allo scoperto, frase che fa pensare ad aprire una porta e oltrepassarne la soglia. Si tratta piuttosto di un lungo cammino attraverso quello che all’inizio era una specie di stretto corridoio che via via si allarga”. “Siamo uomini, siamo donne, siamo teneri, siamo duri. Siamo esattamente come gli altri per quanto riguarda l’aspetto esteriore e il comportamento. L’unica differenza è che siamo interessati a persone del nostro stesso genere“.

Takei, nel 2005 fidanzato da 18 anni con l’amato Brad Altman, è poi diventato un fiero attivista per i diritti LGBT, con il ‘suo’ Sulu all’epoca padre ma senza compagne/compagni al proprio fianco. La serena rappresentazione del nuovo Sulu, con marito e figlia a carico, teletrasporta così l’intero Universo Star Trek nella contemporaneità.