Stasera in tv, Viola di Mare su Rete 4 – ore 22:57

Condividi

 Viola-di-mare_Poster

Tratto dal romanzo Minchia di re di Giacomo Pilati e prodotto da Maria Grazia Cucinotta, Viola di Mare di Donatella Maiorca venne presentato in concorso al Festival Internazionale del Film di Roma 2009, facendo nel suo piccolo una parte di ‘storia LGBT’ di stampo cinematografico.
Perché film lesbo, rarirà assoluta per il nostro mercato, con Valeria Solarino e Isabella Ragonese protagoniste.
Siamo in un’isola intorno alla Sicilia, seconda metà dell’800. Angela e Sara crescono insieme ma le loro infanzie sono difficili: la prima subisce i soprusi di un genitore violento, la seconda perde il padre in guerra, mentre la guerra la strapperà all’amica e alla sua terra. Al suo ritorno, Angela si innamora di Sara e inizia il suo ostinato corteggiamento, da cui nascerà una relazione che, con il suo sviluppo inusuale, intaccherà riti millenari.
Questa la trama della pellicola, con un titolo che si rifà al nome siciliano della donzella di mare, pesce proteroginico che nasce femmina e crescendo diventa maschio. Per amore di Sara, infatti, Angela inizierà a portare i capelli corti e ad occultare la propria femminilità, come sfida alle mentalità del luogo.
Una potente, stucchevole, struggente, passionale, coinvolgente e commovente storia d’amore tra due donne, nel 2009 riuscita ad incassare poco meno di un milione di euro in sala.