Oggi in tv, Medea di Pier Paolo Pasolini con Maria Callas – su Iris ore 13:04

Condividi

 medea-151237l

maria-callas-e-pasolini-sul-set-di-medea-a-goreme-cappadocia-giugno-19691 Pranzo con Pier Paolo Pasolini e Maria Callas grazie ad Iris,  canale 22, che trasmetterà alle ore 13:04 Medea, film del 1969 del poeta italiano basato sull’omonima tragedia di Euripide.
Il giovane Giasone, alla testa degli Argonauti, muove alla volta della remota Colchide per impadronirsi del Vello d’oro (una pelle di caprone dorata ritenuta apportatrice di potenza e fertilità), che dovrà servirgli per riscattare il trono usurpatogli dallo zio Pelia. La maga Medea, figlia del sovrano della Colchide, colpita dalla prestanza fisica di Giasone, lo aiuta a rubare il prezioso simulacro e fugge con lui. Tornato in patria, Giasone sposa Medea e ha due figli, ma, divorato dall’ambizione, abbandona la famiglia per prendere in moglie Glauce, giovane figlia del re di Corinto. Resa folle dalla gelosia, Medea mette in atto una tremenda vendetta…
Per Maria e Pasolini, da allora grandi amici, il set di Medea si tramutò presto in un ring.
Litigi continui, bizze da star da parte di entrambi, odio e amore eppure la pellicola, così come l’interpretazione della Callas, non ne risentirono.
Pasolini si struggeva per il sentimento non ricambiato di Ninetto Davoli e Maria per la fine della storia con Onassis.
I tabloid dell’epoca parlarono addirittura di un amore impossibile tra Pier Paolo e la Callas, con lei convinta di poterlo ‘convertire all’eterosessualità’.

Piera Degli Esposti, che nel 1969 recitò in Medea, raccontò al magazine Sette:

«Avevo la particina di un’ancella, priva di battute, ma Pasolini mi faceva fare la controfigura di Maria: non voleva che lei si stancasse troppo. Anche lui la amava. Ricordo la dolcezza con cui esclamava: “Sei splendida, Maria”. Li ho sorpresi che si baciavano, abbracciati, nella sala costumi. La madre di Pier Paolo, Susanna, voleva che si fidanzassero. Quando giravamo a Grado o a Pisa, la signora Pasolini arrivava tutti i sabati e faceva lunghe chiacchierate con Maria, che era di splendido umore, era allegra, e a tavola rideva, coi bigodini in testa, perché era innamorata. Un giorno, si incendiò un capanno sulla spiaggia, c’eravamo tutti e anche la Callas, Pier Paolo arrivò correndo e urlando “Maria”. Per lui, noi altri potevamo anche essere morti, gli interessava solo Maria».

L’unico risultato artistico nato da quell’unione, per l’appunto, fu Medea.