Edward Albee, morto l’autore Chi ha paura di Virginia Woolf?, da sempre gay dichiarato

Condividi

David Henry Hwang, Edward Albee, Francis Jue and Kathryn Layng at a reading and book signing for Yellow Face at The Drama Book Shop on December 10, 2009. © Lia Chang

 chi-ha-paura-di-virginia-woolf11 anni dopo il decesso di Jonathan Thomas, compagno di una vita, si è spento all’età di 88 anni Edward Albee, autore del leggendario Chi ha paura di Virginia Woolf?, piece teatrale del 1962 poi esplosa in sala nel 1966 grazie al film di Mike Nichols.
Da sempre gay dichiarato, Albee ha a lungo rifiutato l’etichetta di ‘scrittore omosessuale’.

“Tanti scrittori gay sono tenuti a comportarsi come scrittori gay e trovo che tutto ciò sia una tale limitazione che la combatto tutte le volte che posso. Io non sono uno scrittore gay. Sono uno scrittore a cui è capitato di essere gay”.

C’era dell’ironia, ovviamente, per un autore ricordato in tutto il mondo essenzialmente per un’unica opera. Nel ’65 furono 5 gli Oscar vinti da Chi ha Paura di Virginia Woolf?, compreso quello andato ad una superba Elizabeth Taylor, qui affiancata da Richard Burton. Protagognista Martha, donna sposata con il vizio del bere che, unito alla noia e all’insoddisfazione, l’ha resa isterica e inasprita. La coppia non è piú giovane e conduce una vita monotona in una cittadina del New England. Dopo una serata piuttosto tesa, i due, di fronte a una coppia di giovani ospiti, si spingono in un gioco al massacro reciproco.
Un’opera scioccante, per il 1962, tanto da vedergli negato il premio Pullitzer, poi vinto per ben 3 volte con A delicate balance, Seascape e Three tall women.
Con la sua morte se ne va il più grande commediografo del ventesimo secolo dopo Arthur Miller e August Wilson.