Stasera e domani sera in tv, Bridget Jones 1 e 2 ore 21:00 su La5

Condividi

 

il_diario_di_bridget_jones

schermata-2016-09-22-alle-19-51-19

In vista dell’uscita del delizioso Bridget Jones’s Baby, da oggi nelle sale d’Italia, La5, canale 30 del Digitale Terrestre, dedica due prime serate alla regina delle single interpretata da Renee Zellweger.
Si parte questa sera con l’indimenticabile primo capitolo del 2001, diretto da Sharon Maguire e basato sul romanzo omonimo di Helen Fielding, per poi proseguire domani con l’orrendo sequel Che pasticcio, Bridget Jones!, girato nel 2004 da Beeban Kidron.
Al fianco della protagonista Mark Darcy, ovvero Colin Firth, e Daniel Cleaver, leggi quel Hugh Grant che ha detto di no al 3° capitolo appena uscito al cinema.
Bridget Jones, trentenne frustrata e single con qualche chilo di troppo, è una donna intelligente che combatte contro il suo aspetto fisico, la sua cronica mancanza di uomini e le sue tante imperfezioni.
Ogni anno si ripromette di dare una raddrizzata alla propria vita ma ogni anno tutto sembra sfumare.
A una festa di Natale, la madre presenta a Bridget l’avvocato Mark Darcy, che però agli occhi della ragazza appare troppo spocchioso e arrogante. A lui Bridget preferisce il suo responsabile, l’affascinante Daniel Cleaver, nonostante sia a conoscenza della sua fama di donnaiolo e di uomo poco affidabile. A sorpresa Bridget, dopo molto tempo di astinenza sentimentale, si trova oggetto del desiderio sia di Mark sia di Daniel.
Questa la trama del primo capitolo, con il sequel che vede Bridget iniziare un diario nuovo di zecca. Ma c’è una cosa davvero nuova nella sua vita, un fidanzato. Infatti lei e Mark Darcy fanno coppia ormai da piú di sei settimane e Bridget è completamente partita. Ma essendo un’insicura cronica teme che lui non sia davvero innamorato di lei, anche per via di quella assistente bruna con le gambe lunghissime che gli ronza sempre intorno. La stazione televisiva per la quale Bridget lavora assume la sua vecchia conoscenza Daniel Cleaver per condurre un programma di cultura e decide di mandarli in Thailandia insieme. Le cose nella testa di Bridget si complicano ancora di piú. Grazie al primo capitolo Renee Zellweger venne nominata agli Oscar come miglior attrice non protagonista, vincendo l’ambita statuetta nel 2003 con Ritorno a Cold Mountain (un anno dopo la candidatura per Chicago).