Meryl Streep premiata con l’Ally for Equality Award per la sua vicinanza alla comunità LGBT

Condividi

73bdc1bc8328aa7624758593b170c79e

A breve Golden Globe alla carriera, nominata proprio ai Golden Globe grazie a Florence e in odore di ennesima candidatura agli Oscar, la divina Meryl Streep riceverà l’Ally for Equality Award 2017 per la Human Rights Campaigns durante l’HRC Great New York Gala che si terrà nella Grande Mela il prossimo 11 febbraio. Un ambito riconoscimento ogni anno assegnato riconoscimento assegnato a coloro che si battono in favore dei diritti della comunità LGBT.

‘Meryl Streep incarna l’essenza stessa di ciò che significhi essere un’alleata per la nostra comunità, per l’eccezionale sforzo nell’usare la propria voce e pubblicamente schierarsi a favore della comunità LGBT’.

71cbdadde159deb0ad6d83e98f016264

Queste le motivazioni del riconoscimento date da Chad Griffin, Presidente HRC, per una filmografia, quella della Streep, che più volte in passato ha incrociato la cinematografia LGBTQ.
Da La scelta di Sophie a Silkwood, passando per alcuni classici ‘gay’ come Mamma Mia!, Into the Wood, Il Diavolo Veste Prada, Cartoline dall’Inferno e La morte ti fa Bella.
Come dimenticare, poi, lo straordinario Angels in America di Mike Nichols, così come è impossibile non ricordare il coraggioso discorso pro-matrimonio ugualitario che tenne nel lontano 2004, durante i Golden Globes, in risposta alla decisione dell’allora Presidente George W. Bush di vietare le nozze tra persone dello stesso sesso.
Insomma, chi se non Meryl Streep per l’Ally for Equality Award.