Torino 2017, il Festival del Cinema LGBT rischia di saltare

Condividi

10947294_10153250766493132_8621407486465315271_n

Dopo 31 anni di onorata carriera, il Torino Gay & Lesbian Film Festival, primo Festival del Cinema LGBT d’Europa e 3° al mondo, potrebbe non andare incontro alla sua 32esima edizione.
Il Comune 5 Stelle, da mesi guidato dalla Sindaca Chiara Appendino, ha infatti voluto riorganizzare in toto la struttura governativa del Museo Nazionale del Cinema, creando il panico.
E soprattutto lo stallo più totale.
Ad oggi, a circa 3 mesi dall’ipotetico via del Torino Gay & Lesbian Film Festival 2017, tutto è fermo. Il direttore Giovanni Minerba e i suoi collaboratori non sono stati neanche contrattualizzati, con l’inevitabile conseguenza che l’organizzazione del Festival potrebbe gravemente risentirne. In che modo? Con lo slittamento delle date, se non addirittura con la cancellazione.
Il tempo stringe, infatti, e tutto tace. Tristemente immobile, 32 anni dopo la nascita voluta da Ottavio Mai e dallo stesso Minerba.