Oscar 2017, Moonlight è il primo film LGBT della STORIA a vincere l’Oscar

Condividi

Miglior sceneggiatura non originale.
Miglior attore non protagonista.
E soprattutto miglior film.
Battendo La La Land in volata, e con epic fail dei due conduttori che prima sbagliano vincitore per poi correggersi, Moonlight è diventato il primo film LGBT della storia a vincere l’Oscar più ambito.
Completamente snobbato in Italia (313.037 euro appena, andate a vederlo!), il film di Barry Jenkin  potrà ora recuperare terreno in sala. O almeno questa è la speranza della serata. Una riflessione intensa e poetica sull’identità, il senso di appartenenza, la famiglia, l’amicizia e l’amore. Il film racconta la vita di un ragazzo di colore, dall’infanzia all’età adulta, che lotta per trovare il suo posto nel mondo, dopo essere cresciuto in un quartiere malfamato alla periferia di Miami.
Una senza tempo sulle relazioni umane e la scoperta del sé, un ritratto vivo e attuale della vita degli afroamericani e un innovativo frammento di cinema che sprigiona compassione e verità universali.
Il protagonista, che vediamo crescere durante la pellicola da bimbo a uomo, non è soltanto nero ma anche omosessuale.

Schermata 2017-02-27 alle 14.35.17