Transparent, la 4° stagione sarà più ‘politica’ a causa della trans-omofobia di Donald Trump

Condividi

transparent-stagione-2-v2-28866

In attesa di vederla on line in autunno, la 4° stagione di Transparent ha finalmente preso vita sul set, con Jill Soloway, sua creatrice, che ha rivelato come le recenti elezioni politiche americane abbiano influito sulla sceneggiatura.

“Non posso dire molto, ma sarà una stagione più politica, come non lo era mai stata”.

Jeffrey Tambor, due volte premio Emmy grazie alla meravigliosa Maura Pfefferman, si è detto ‘grato’ per aver trascorso così tanto tempo con il proprio personaggio.

“Credo che mi abbia tramutato in un attore e in una persona più responsabile, nonché in un cittadino, in un marito e in un padre migliore”.

L’intero cast ha poi ribadito quanto fosse ‘inevitabile’ lo sfogo politico dopo l’elezione di Donald Trump a Presidente degli Stati Uniti d’America, con le persone transgender drammaticamente colpite  da leggi trans-omofobe.
Un compito ‘doveroso’, in quanto autori, produttori e protagonisti della serie, che verrà criticamente e ampiamente affrontato.