Will and Grace, 11 anni d’assenza e non sentirli – la recensione del primo nuovo episodio

Condividi

DKzg873XcAAX-OB

DK3I9_3UEAAIiMT 14 novembre 2006
29 settembre 2017.
Poco meno di 11 anni, 567 settimane e 3971 giorni dopo l’ultima storica puntata, Will & Grace è finalmente tornato sulla NBC con la nona stagione, attesissima da milioni di fan sparsi in tutto il mondo.
Una serie storica, quella creata da David Kohan e Max Mutchnick, vincitrice negli anni di decine di premi e in grado di raccontare l’omosessualità come mai si era vista prima, sul piccolo schermo.
Ridendo, commuovendosi, toccando temi spinosi, per l’epoca, e abbattendo muri che in una certa parte di Hollywood ancora resistono.
In 11 anni la comunità LGBT ha fatto passi da gigante, tra matrimoni egualitari, unioni civili e adozioni conquistate, ma tanto c’è ancora da fare, vista l’omotransfobia dilagante e l’assenza di diritti spesso vergognosamente lampante.
Ecco perché il ritorno di Will and Grace non è solo nostalgico, ma necessario, persino in tempi come questi.
Cancellato con un colpo di spugna il finale dell’ottava stagione, grazie ad una sognante Karen che ha ‘immaginato’ Will e Grace non solo sposati ma addirittura con figli, Kohan e Mutchnick non hanno cambiato sostanzialmente nulla. Sono proprio i 4 principali protagonisti a riderci sopra, a sfottere quest’assurdità del tempo che sembrerebbe non voler passare solo e soltanto in quel colorato nucleo ‘familiare’, ancor più cinicamente politicizzato dopo l’elezione presidenziale di Donald Trump.
La prima puntata della nona stagione è  inequivocabile, da questo punto di vista, con i democratici Will e Grace stizziti dalla vittoria dal tycoon ma ammaliati dal suo ‘potere’. Perché se l’avvocato strizza l’occhio ad un senatore repubblicano anti-ambientalista maledettamente sexy, l’arredatrice d’interni si ritrova a dover rifare nientepopodimeno che lo studio ovale.
E giù a ridere, tra cinica satira politica e taglienti battute, cuscinate e flirt gay alla Casa Bianca, con Karen e Jack inevitabilmente invecchiati ma comunque identici al passato, così sopra le righe e demenziali, scemi e travolgenti.
Will e Grace litigano e fanno pace, come sempre hanno fatto, mentre Jack rimorchia la chiunque e Karen divora gin come se fosse acqua naturale. D’altronde perché alterare dei character perfetti, che per quasi un decennio hanno conquistato critica e pubblico attraverso episodi brillanti ed esilaranti.
Un primo nuovo episodio tradizionalista, nei toni che l’avevano reso celebre, ma al passo con i tempi, tanto da sfidare dichiaratamente l’attuale amministrazione americana con un finale da standing ovation. ‘Make America Gay Again’, caro Donald Trump. Will and Grace è ufficialmente tornato.

Schermata 2017-09-29 alle 18.02.10

  • markuss17

    Thumb up!

  • Giuseppe Sambuco

    l’ultima puntata è andata in onda il 18 maggio non il 14 novembre