Chiamami col tuo nome di Luca Guadagino ha finalmente una data d’uscita – le entusiastiche critiche della stampa estera

Condividi

Call-Me-By-Your-Name-Film-Poster-2017

“Chiamami col tuo nome (Call Me by Your Name) è una grande storia che lancia un segnale di inclusione”. “La pellicola mostra che puoi essere ciò che sei e amare chi desideri”.
Con queste parole il sindaco di Londra, Sadiq Khan, si è presentato alla premiere del nuovo film di Luca Guadagnino, durante il Mayor of London’s Gala al London Film Festival.
In uscita nelle sale italiane nel febbraio del 2018, Chiamami col tuo nome è stato presentato nella capitale inglese dopo un lungo e trionfale percorso attraverso i principali festival internazionali.
Alla prima mondiale del Sundance, a gennaio, la celebre rivista americana Variety lo ha definito “un dono raro che porta il regista nel gotha dei grandi maestri della sensualità, come Pedro Amodóvar e François Ozon”.
Il mese successivo, al Festival di Berlino, il film è stato accolto da applausi a scena aperta: il prestigioso settimanale Der Spiegel ha parlato di “sontuoso adattamento del romanzo di André Aciman”.
Dopo le premiere nei festival australiani di Melbourne e Sidney, il lavoro di Guadagnino è arrivato a Toronto, salutato con una standing ovation, e a New York, dove è stato omaggiato con dieci minuti di applausi. Hollywood Reporter lo candida come un serio pretendente all’Oscar®.
Nel corso degli ultimi mesi, il film di Guadagnino ha ricevuto numerosi elogi dalla stampa di tutto il mondo. Il Los Angeles Times ha definito il film “una potente storia d’amore erotica e sentimentale”, mente il New York Post lo descrive come “una pellicola difficile da battere nella corsa agli Academy Awards”.
Il The Guardian ha dato ampio rilievo al ruolo di Michael Stuhlbarg, “uno dei possibili candidati come miglior attore non protagonista”; Vogue ha invece esaltato i protagonisti Armie Hammer e Timothée Chalamet, definendo straordinarie le loro interpretazioni.
Secondo Collider “Chiamami col tuo nome è uno di quei rari film in cui ogni cosa è perfetta, il film di Luca Guadagnino è uno dei motivi per cui amiamo il cinema”; per Time Out “coniugando stile sinuoso e sensualità disinvolta ad uno struggimento universale, Guadagnino ha dimostrato grande saggezza. Dolce e salato, il suo film brucia come un’abbronzatura”.
Chiamami col tuo nome è tratto dell’omonimo romanzo di André Aciman e sarà distribuito da Warner Bros. Entertainment Italia.
Girato nella campagna lombarda, il film racconta un’estate italiana in cui il giovane Elio, interpretato da Timothée Chamalet, vivrà le sue prime esperienze sentimentali dopo l’incontro con uno studente americano, Oliver (Armie Hammer).
Completano il cast Michael Stuhlbarg, Amira Casar e Esther Garrel.
Commentando Chiamami col tuo nome, il regista Luca Guadagnino ha spiegato: “Non voglio che venga percepito come un’opera iper-intellettuale ma come una tenera storia d’amore. Vorrei che emozionasse il pubblico, come una scatola di cioccolatini”.